Siti
Navigare Facile

Storia

La Origini di Montebelluna

Andiamo indietro nel tempo di tantissimi secoli, fermandoci all'età della pietra e del bronzo, per risalire alle origini di Montebelluna seppure vere e proprie documentazioni si trovino solo a partire dall'epoca medioevale e dunque dal 1100. In epoca rinascimentale il paese conobbe uno sviluppo non indifferente: il mercato Franco di Montebelluna costituiva uno tra i principali luoghi di scambio di tutta la regione che rendeva dinamica l'economia del paese e garantiva un sicuro arricchimento a chi lo amministrava.
Nel Settecento la sua crescita proseguirà grazie all'avvio di nuove attività industriali e artigianali; dietro l'angolo tuttavia imperversava la crisi, da cui scaturì l'abbandono del mercato da parte dei mercanti e un peggioramento delle condizioni igieniche dei cittadini per la mancanza di acqua.
Giungiamo nell'Ottocento: la Repubblica veneta decadde, Montebelluna venne lasciata in mano agli Austriaci e nel 1872 si inaugurò il Nuovo Mercato di Montebelluna che in seguito al provvedimento preso dal Comune venne spostato dal monte al piano.
Si ebbe una ripresa nel Novecento quando sorsero le prime aziende tessili, gli stabilimenti per la produzione di rame e i primi calzaturifici che resero il paese più dinamico e aperto al commercio.